Design e Grafica

Design e Grafica è uno studio professionale nato agli inizi del 2000, frutto de dal matrimono tra la passione per il digitale e l’amore per la grafica.
L’azienda ha spostato il proprio core business nel web già nel 2003, raggiungendo un volume di produzione molto importante, seguendo ogni tipo di cliente col medesimo rispetto e massima professionalità.
Grazie al costante studio delle tecniche di web marketing, oggi l’attività vanta un portfolio clienti importante, fornendo servizi di web design, seo, sem e copywriting a livello internazionale.

Design e Grafica

corso del Popolo, 18 – 00046 Grottaferrata RM
Per info e preventivi chiama il numero e prenota un appuntamento in sede senza impegno:
+39 347 5937 151 Richiedi un preventivo, è gratuito!

Il Social Media Manager una figura indispensabile in azienda!

Social Network hanno conquistato ogni ambito della nostra vita privata e lavorativa, e anche le aziende hanno dovuto rivoluzionare il proprio approccio verso clienti e potenziali tali, adottando opportuni correttivi nelle strategie di comunicazione, strategie per altro in continua evoluzione.

Negli ultimi anni la digital trasformation ha portato ad una trasformazione del mercato del lavoro e di conseguenza a uno stravolgimento delle mansioni del marketing tradizionale, spingendo le aziende a sperimentare nuove tecniche e metodologie. Nella definizione delle nuove strategie comunicative i social network sono diventati i protagonisti, il palcoscenico ideale per creare contenuti ed ingaggiare il consumatore, la professione del Social Media Manager è quindi diventata sempre più fondamentale.

Ma che ruolo ha il Social Media Manager e perché è diventata indispensabile la sua figura nelle aziende?

Il social media manager di un brand o di un’azienda ha il compito di occuparsi in toto della comunicazione digitale, proponendo iniziative che possano attirare la community e stimolare l’engagement.

La sua mission deve essere quella di saper raccontare al meglio la natura e gli obiettivi dell’azienda, deve saper dialogare con il cliente e con il pubblico di riferimento tramite la creazione di contenuti mirati, che comprendano immagini, testi, video, messaggi pubblicitari ecc.

Avere in azienda dei professionisti e specialisti che sappiano lavorare con i social media non è perciò più una scelta ma una vera e propria esigenza. Vendite, opinioni, recensioni avvengono tramite le piattaforme digitali e saper gestire in modo professionale tutto il processo di acquisto diventa una discriminante per i risultati di business.

Quali le skill principali di un buon social media manager?

Il social media manager deve avere alcune skills e competenze operative e di coordinamento. Operativamente non solo pianifica ma crea e monitora i contenuti pubblicati. Il monitoring è un’attività indispensabile il più delle volte realizzato attraverso software dedicati, ciò consente di modificare il tiro e fare i correttivi necessari. Ricordiamoci che l’obiettivo di tutte le attività di social media marketing è raggiungere gli obiettivi di marketing dell’azienda!

Inoltre pianifica le riunioni con il suo team e sa lavorare e coordinare i diversi collaboratori. Nello stesso tempo è creativo e comprende i trend in voga, sa usare i contenuti per entrare in contatto con il target di riferimento. Avere ottime capacità di copy writing è infatti fondamentale per raggiungere clienti attuali e potenziali. I contenuti devono poter rispondere a domande espresse o intrinseche, risolvere problemi e richieste, fornire consigli di acquisto/lavoro o anche solo spunti di riflessione…

Per raggiungere dei buoni risultati spesso è indispensabile creare immagini e video di impatto, diventa dunque indispensabile saper utilizzare programmi basilari di grafica e di video marketing. E se poi il contenuto non raggiunge in modo organico e spontaneo il pubblico a cui è rivolto, ecco che subentrano le campagne di advertising, queste ormai non possono più mancare in una buona strategia di social media marketing.

Insomma un buon social media manager dovrebbe essere multitasking, e questo potrebbe essere il motivo per cui avere più competenze porta ad un’ottia affermazione di questa affascinante professione.

Riassumiamo quindi le principali attività del Social Media Manager:

  • pianifica, crea e monitora i contenuti ed i dati ricavati dall’attività sui social network;
  • ha sicure capacità di copy writing e gestione di contenuti multimediali;
  • progetta e definisce campagne di advertising per aumentare l’engagement;
  • sa lavorare in team e gestisce gruppi di lavoro in modo creativo e organizzato;
  • assicura il raggiungimento degli obiettivi di marketing dell’azienda.

Se hai bisogno di alcuni consigli su come svolgere queste attività e raggiungere determinate competenze rivolgiti al nostro team Insocialmedia.

Il Centro Studi Europei EUROTALENTI consente di lavorare nell’ Europrogettazione


Lavorare come Europrogettista fornisce l’opportunità di utilizzare i fondi Europei con progetti specifici.
 
Sono interessati ai contributi Europei Comuni, PMI, Università, associazioni e Scuole, per progetti nei settori Ambientali, Turismo, Sport, Cultura, Energia, Territori, Agricoltura, Ricerca e Innovazione, mobilità giovanile(Erasmus) e Smart City “città diffusa intelligente”.
 
Forniamo queste competenze specialistiche di Europrogettista con un Master di Alta formazione che permette di lavorare subito nel settore dell’ Europrogettazione.
 
La figura professionale dell’Europrogettista è la più richiesta sul mercato del lavoro.
 
Eurotalenti è sinonimo di progetti realizzati dagli Eccellenti Talenti Europei.
https://www.eurotalenti.it/master-2

SCUOLA DI CUCINA PROFESSIONALE: I SEGRETI DELLA FORMAZIONE PER TROVARE LAVORO COME CHEF, CUOCHI, PASTICCERI E PIZZAIOLI

Se stai pensando a fare della tua passione una professione o trasformare la tua bravura in eccellenza, questo articolo può esserti utile.

Come mai oltre 3500 strutture in Italia scelgono le nuove leve tra gli allievi dell’Accademia Italiana Chef?

Anche il ristorante migliore del mondo, l’Osteria Francescana, oppure pasticcerie ultrarinomate come Knam o Salderiso, accolgono tra i loro stagisti gli allievi di questa Accademia.

Questo ha portato questa scuola ad avere un record dell’85% degli allievi che trovano lavoro entro 2 mesi dal Diploma.

QUALI SONO I MOTIVI DI QUESTO SUCCESSO?

Dopo oltre 10 anni di attività che ha visto l’Accademia Italiana Chef espandersi aprendo 6 sedi in Italia, sono stati rintracciati e sono principalmente due.

UN MODELLO DI FORMAZIONE UNICO

Il primo di questi motivi è lo speciale modello di formazione. Tutti i programmi educativi sono progettati a Norma Europea ISO 29990 specifica per i corsi in ambito culinario. Dal sondaggio di finie corso, obbligatorio e previsto dalla normativa europea, il tasso di soddisfazione degli allievi sfiora la perfezione con un invidiabile 98,8% (dati rilevati anno 2019).

Teoria e Pratica in perfetta sequesnza

Ogni corso comprende i basilari che la Comunità Europea definisce come i corretti standard della formazione professionale: lezioni accademiche, corso HACCP, stage curriculare, esame finale. Andando nello specifico è stato osservato che le lezioni accademiche puntano a dare gli strumenti del mestiere ma allo stesso tempo a mantenere nell’allievo una estrema flessibilità creativa. Questa non è una cosa da sottovalutare visto che è l’elemento chiave ricorrente in tutti i sondaggi: chi mette gli annunci di lavoro, e di conseguenza sceglie se assumere o meno, ritiene che uno dei principali problemi delle nuove leve sia la capacità di integrarsi. Ogni ristorante, pasticceria o pizzeria, ha i sui standards, i suoi metodi di lavoro, le sue ricette. Se un allievo arriva in stage con una mente troppo legnosa e preimpostata rischia di non sapersi adattare. Ecco che uno studio dei principi, piuttosto che delle ricette, crea nell’allievo una maggiore comprensione e flessibilità perchè gli permette di adattarsi alle variazioni che ogni chef immancabilmente effettua per personalizzare le sue creazioni.

ALLIEVI CON UNA MARCIA IN PIU’

Il secondo motivo è probabilmente da ricercarsi nella tipologia di allievi che si rivolgono all’Accademia: studenti estremamente motivati. La maggior parte di loro sono impiegati, commercialisti, idraulici, parrucchieri, camerieri… ma vogliono diventare cuochi, pasticceri o pizzaioli. Persone che hanno realmente voglia di cambiare la loro posizione e seguendo la passione e trasformarla in professione. La motivazione che spinge questa tipologia di allievi è molto più produttiva di chi semplicemente sta ancora cercando qualcosa da fare nella vita.

Per accogliere questo speciale pubblico la scuola di cucina effettua la prima parte del corso, le lezioni accademiche, con un solo giorno di frequenza a settimana.

Quindi una frequaneza ridotta permette loro di effettuare almeno la prima parte del corso senza problemi. La parte, obbligatoria, in cui gli allievi vanno in stage è programmabile, quindi sono molti che riescono ad effettuarlo utilizzando il loro tempo libero. E’ chiaro che l’Accademia Italiana Chef punti su questi super appassionati decisi a cambiare la loro vita visto che sono rari i corsi programmati in modo intensivo.

E PER CHI HA GIA’ ESPERIENZA?

L’Accademia Italiana Chef ha progettato e realizzato, a Norma Europea ISO 29990, anche il corso di Chef Professionista, dedicato a chi ha già esperienza in cucina. Anche questo ha una frequeza di 1 giorno a settimana per permettere a chi già lavora di trasformare la propria bravura in eccellenza attraverso un doppio programma: Cucina Avanzata e Manageriale Avanzato. La soddisfazione da parte degli allievi con il sondaggio a fine corso è 100%.

Ora che conosci i Plus di questa scuola non ti resta che scegliere la sede più vicina a te per avere maggiori informazioni sui singoli corsi.

CONTATTA LA SEGRETERIA DELLA SEDE CHE PREFERISCE E ISCRIVITI ORA!

• Empoli (FI) | firenze.accademiaitalianachef.com | 373.7787894• Roma | roma.accademiaitalianachef.com | 334.3930015• Milano | milano.accademiaitalianachef.com | 347.4834149• Bologna | bologna.accademiaitalianchef.com | 371.1908492• Genova | genova.accademiaitalianachef.com | 392.1852902Lecce | lecce.accademiaitalianachef.com | 334.3930015

Guadagnare da casa velocemente? Scopri Come!

Come guadagnare da casa: fare soldi velocemente

Guadagnare da casa significa fare soldi rimanendo comodamente nel proprio ambiente domestico e senza l’obbligo di uscire di casa è evidentemente il sogno di molti, di te che stai leggendo, ma già una realtà per molte persone.

Per trovare una risposta esauriente alla domanda su come fare per guadagnare da casa”, dobbiamo dare per scontato che abbiate già una certa confidenza con l’utilizzo di internet e del computer.

Le più interessanti opportunità per guadagnare da casa, infatti, ci arrivano proprio attraverso internet: campagne pubblicitarie, pay per click, siti web, affiliazioni o con il trading online.

заработать от дома

Sistemi per guadagnare da casa: il trading online

Prima di analizzare uno dei modi più concreti in assoluto per generare profitti standosene comodamente seduti davanti al computer di casa, è bene ribadire due concetti fondamentali:

1) Diffidare da chi cerca di vendere sistemi o tecniche per guadagnare soldi velocemente.

2) Per fare soldi online non è indispensabile disporre di grosse cifre di denaro.

Ci sono diversi modi per lavorare da casa, questo è vero, ma ciò non implica necessariamente la necessità di anticipare denaro, in particolare a chi promette di fornirci un modo sicuro per farlo.

Detto questo, va detto che internet in questo momento offre diversi sistemi per iniziare a lavorare in proprio da casa nostra ed anche di guadagnare soldi velocemente.

La cosa più importante in questi casi è quella di avere a disposizione un ambiente di lavoro tutto nostro, al riparo da eventuali interferenze domestiche, una connessione ad internet del tipo “flat” ed un personal computer.

Senza voler passare in rassegna le molte opportunità per investire online che il mercato della rete offre in questo momento, vogliamo prendere in esame quello che a nostro avviso è uno dei sistemi più sicuri ed intelligenti per investire da casa in proprio, dal nostro “ufficio” domestico: il trading online.

E’ un dato oggettivo che attraverso il trading online molte persone hanno trovato una risposta concreta al desiderio di lavorare da casa, e sono in tanti coloro che hanno trasformato questa attività nella loro principale fonte di reddito.

Il trading online con i nuovi prodotti che il mercato finanziario offre (CFD e Forex), consente a chiunque, e senza grosse difficoltà, di investire piccole somme di denaro direttamente da casa.

Tra mito e realtà, oggi si parla di trading online come una opportunità concreta per ottenere profitti ed investire in borsa da casa.

Il trading ha la caratteristica di essere un tipo di attività speculativa che può essere affrontata anche da traders o aspiranti tali senza alcuna esperienza.

Strumento finanziario semplice, sta riscuotendo un enorme successo a livello internazionale, e consentono di investire sui mercati finanziari con pochissime decine di Euro.

Vediamo di spiegare brevemente in cosa consiste questo tipo di attività, come fare per iniziare a fare trading online partendo da zero, e come utilizzare questo strumento per guadagnare da casa.

Si investe sulla previsione, a scadenza prestabilita, della variazione di prezzo di uno dei tanti asset finanziari che il mercato (Brokers) propongono.

Si dicono Asset i titoli azionari, gli indici di Borsa, le materie prime, le obbligazioni e il mercato valutario Forex.

Prendiamo per esempio il Forex e la coppia di valute EUR/USD.

L’opzione su questa coppia Forex ha inizio alle ore 09,00, e scade alle ore 09,01.


Guadagnare con il trading

Un tipo di opzione a 60 secondi, nella quale acquisteremo “Call” se riteniamo che nel minuto corrispondente la “scadenza” il prezzo dell?Euro sarà più alto rispetto il prezzo di acquisto, oppure acquisteremo “Put” se riteniamo che nei 60 secondi la moneta Statunitense avrà guadagnato terreno su quella Europea.

Altro fondamentale vantaggio è il fatto che in questo genere di attività non è indispensabile possedere un livello di esperienza elevato.
Bastano poche ma utili nozioni di carattere generale per riuscire a capire come effettuare 
trading.

Iniziamo a lavorare

Organizziamo il nostro spazio di lavoro, per lavorare da casa abbiamo bisogno di organizzare il nostro spazio di lavoro. Questa è la prima regola per chi sceglie questo tipo di attività, specie nel trading online.

Vediamo quali sono gli step” necessari per iniziare a lavorare da casa:

1) Un computer ed una postazione fissa

Un computer e una buona connessione ad internet è il presupposto principale per chiunque intenda iniziare a lavorare da casa.

2) La piattaforma di trading

Per iniziare a fare trading online occorre innanzitutto aprire un conto di trading.

Questo ci consente di depositare denaro e prelevare gli eventuali guadagni accumulati con il trading.

Per aprire un “conto di trading” basta chiedere ad un Broker o piattaforma di trading regolamentata (OptiontimeTopoption, e tante altre che il mercato Italiano offre in questo momento) di metterci a disposizione la sua struttura per iniziare a negoziare sui mercati finanziari.

Il Broker o piattaforma di trading è quindi il primo fondamentale requisito per accedere ai mercati finanziari.

3) Imponiamoci un orario di lavoro

Chi lavora da casa è molto più soggetto a distrazioni e a “perditempo” rispetto a chi lavora dall’ufficio.

E’ inevitabile, ecco perchè diventa importante imporsi sin da subito un orario di lavoro ben preciso, strutturato a seconda delle nostre esigenze, a cui attenersi scrupolosamente.

Nel trading, generalmente, le ore migliori sono quelle della tarda mattinata, momento in cui le principali Borse finanziarie internazionali sono aperte contemporaneamente e i volumi di scambio raggiungono la massima concentrazione.

Molto proficue anche le ore pomeridiane, in concomitanza dell’apertura della Borsa Americana.

4) Facciamo trading con i Broker

Stabilito, quindi, quali Brokers scegliere e orario da dedicare al lavoro di trading, non ci resta che cominciare a prendere confidenza con i molti strumenti che il trading online offre.

Abbiamo menzionato le piattaforme di BDSwiss e quella di Topoption per evidenziare due Brokers altamente qualificati e regolamentati, i quali hanno sviluppato un ambiente di trading ricco di materiale informativo e didattico, con il quale ogni nuovo utente ha a disposizione i mezzi necessari per imparare il trading partendo da zero.

Webinar, video corsi, scuole di trading, lezioni individuali e dispense per capire i meccanismi del trading binario.

Il trading online è difficile?

Il trading online non è un’attività che può definirsi semplicissima e senza rischi, questo è vero, ma è anche vero che stiamo parlando di una attività finanziaria non particolarmente complessa, con la quale tutti possono misurarsi ed iniziare ad ottenere ottimi risultati.

Basta seguire una qualche buona strategia di trading e prendersi il tempo necessario ad approfondire l’ambito di cui ci stiamo interessando, che il trading binario finirà per darci le soddisfazioni sperate.

A tal proposito vale la pena sottolineare alcune scuole di trading con le quali imparare le migliori strategie, su quali strumenti sia meglio puntare, gli orari e tutto quanto c’é da sapere per far fruttare al meglio i nostri investimenti.

Trading binario: truffa o concreta possibilità seria di guadagno?

Sul trading binario si è scritto e detto tutto ed il contrario di tutto.

Giudizi e Pareri contrastanti fanno ritenere che il trading online, così come del resto tutti gli altri sistemi esistenti per lavorare da casa, possono essere giudicati in maniera soggettiva in base evidentemente alle esperienze di ognuno di noi.

La verità, a nostro avviso (esperienza diretta da almeno 4 anni!), ci fa ritenere il trading online come un’ottima occasione per lavorare da casa (poco o molto che sia dipende da ognuno di noi), nella quale quello che conta veramente è scegliere gli intermediari giusti (Broker con Licenza), i quali rispondono in prima persona dei guadagni generati.

Il motivo di tante opinioni diverse sull’argomento “trading” arriva proprio dalla scelta di piattaforme non regolamentate.

La regolamentazione attuale consente ai Broker di esercitare in Europa previo rilascio di una licenza o autorizzazione, la quale si pone a garanzia degli utenti e dei loro capitali.

Il nostro invito, quindi, è quello di rivolgersi solo e soltanto a piattaforme di trading legali e regolamentate per iniziare a lavorare da casa.

Come trovare il lavoro adatto a te

Domanda interessante. Quante volte ci hai pensato: “Sto facendo davvero quello che amo? Mi sto accontentando?”. Poi smetti di rifletterci perché in fondo sei fortunato ad avere un impiego. Con la crisi tante persone faticano ad arrivare a fine mese. E quindi via in ufficio per cominciare un nuovo giorno. Aspetta. E’ vero, il lavoro occupa gran parte della tua vita ma rinunciare ai tuoi sogni di felicità. Sto parlando anche con te, caro laureato smarrito. Voglio darti qualche consiglio utile su come trovare il lavoro adatto.

Impara a guardarti dentro

Trovare un lavoro adatto alle proprie caratteristiche non è facile, spesso si è convinti di aver fatto la scelta giusta e invece non è così. Fai un’autovalutazione, prova a ripensare a ciò che realmente vuoi e cerca di renderlo reale. Valuta le tue potenzialità e non temere di stravolgere la tua vita, in molti casi non è necessario. Basta aggiustare la rotta sai? Individua quello che cerchi e vai nella giusta direzione. Soprattutto, abbandona la paura. Supera quel grandino invisibile che ostacola la possibilità di stringere la vita a piene mani.

Fai una lista delle possibili professioni

Ok, credi che sia inutile fare questo passaggio. Non è così. Scrivere su un foglio di carta i lavori che ti interessano di più aiuta a fare chiarezza. Serve per restringere il campo delle alternative. Dopo annota accanto a ciascuna professione tutti i dettagli che la riguardano. Ad esempio le mansioni da svolgere, requisiti personali e di studio, guadagni e opportunità di carriera.

Parla con esperti del settore

Le informazioni che hai trovato non ti bastano? Prova a parlare con un esperto del settore a cui aspiri. Potrebbe aprirti un mondo fatto di strade che non avevi considerato. Darti delle dritte che i canali ufficiali non offrono perché maturate solo grazie all’esperienza. Ancora una cosa: fai domande e chiarisci ogni dubbio.

Definisci gli obiettivi

Hai fatto una valutazione personale, hai scritto la lista delle professioni desiderate, anche il caffè con chi ne sa più di te è stato utile. Ora devi solo definire gli obiettivi da seguire facendo appello a una buona dose di buona volontà. Se hai uno scopo devi raggiungerlo lottando contro tutte le avversità. La chiave di piccoli e grandi successi è la determinazione. Per ottenere il lavoro adatto a te devi trasferirti? Beh, allora fallo, meglio non portarsi rimpianti. Pesano.

Resta sempre aggiornato

Ovviamente per trovare il lavoro dei tuoi sogni occorre tempo. Il mio consiglio? Resta sempre aggiornato. Segui tutte le notizie che interessano la professione e cerca sempre di formarti sulle nuove competenze. Già, nuove conoscenze potrebbero esserti utili a svolgere il lavoro adatto a te. Oggi viviamo in una società in continuo mutamento dove vince chi intuisce le necessità future. Vuoi diventare professore? L’insegnamento in aula non è l’unica soluzione. Puoi diventare coach o relatore di un argomento che ti appassiona. Insomma, essere flessibile è un buon asso nella manica.

Non arrenderti

Lo so, può sembrare scontato ma sentirselo dire fa bene all’anima. Avrai momenti di sconforto? Sì. Nei momenti più bui i tuoi amici ti diranno: “Te l’avevo detto di non lasciare il tuo vecchio lavoro”? Lascia correre. Tornare indietro significherebbe riprendere un’attività che non ti piace e rinunciare a un progetto in cui avevi creduto. La tenacia e la passione devono essere le tue guide. Vedrai i risultati arriveranno. Devi avere il coraggio di investire su te stesso.

La tua opinione

Questi sono solo alcuni consigli come trovare il lavoro adatto a te. Tu ne conosci altri? Lascia la tua opinione nei commenti.

GENIE IN AIUTO NELLA LOTTA AL CORONAVIRUS

Per contribuire ad affrontare questa esigenza nella loro comunità, i membri del team di Genie, un marchio Terex, con sede a Redmond, Wash., hanno lavorato su un’idea che consentirà loro di produrre equipaggiamento medico sanitario per un ospedale locale.L’iniziativa è cominciata con il progetto di una visiera sviluppata da Jim Donaldson,Genie Engineering Design Manager, Terex AWP.Spiega Donaldson: “Dopo aver visto un video sui tipi di equipaggiamento medico sanitario di cui i nostri ospedali avevano bisogno, ho pensato che saremmo stati in grado direalizzare le visiere che vanno poste davanti alle maschere N95″.“Sono andato in un negozio ed ho comprato una spugna, una corda elastica e un poster confezionato in un tubo di plastica. Ho tagliato il tubo per fare la parte dello schermo protettivo e poi ho attaccato i pezzi di spugna e il cordoncino elastico”.Donaldson ha condiviso la sua idea con Matt Fearon, Presidente Genie, Terex AWP, che era d’accordo sul fatto che fosse un concetto che valeva la pena approfondire. Lavorando con membri del team della gestione progetti, di ingegneria e dell’approvvigionamento, il design iniziale è stato perfezionato e un fornitore, Allegis Corporation, è intervenuto per reperire i materiali necessari, sviluppando anche uno strumento personalizzato per stampare la forma delle visiere.“Il nostro fornitore ci ha davvero aiutato molto per far procedere questo progetto – e farlo avanzare così rapidamente”, ha detto Donaldson. Con il design aggiornato, Fearon, Donaldson e un piccolo team di ingegneri e responsabili di progettazione si sono poi incontrati con i rappresentanti dell’Overlake Medical Center,situato a Bellevue, Wash. per comprendere meglio le esigenze dell’ospedale, per avere un feedback sul design della visiera, nonché per determinare se ci fossero altri modi in cui il team Genie potesse essere d’aiuto.A seguito di tale incontro – e con la consapevolezza che il bisogno di DPI è davvero grande e immediato – Genie ha iniziato la produzione delle visiere a Redmond, Wash., il 14 aprile.Il materiale a disposizione dovrebbe essere sufficiente per produrre una quantità iniziale da 4.000 a 5.000 visiere per l’Overlake Medical Center.Dipenderà dalla disponibilità del materiale, oltre che dalla necessità dell’ospedale, se poi si riuscirà a produrre più visiere rispetto alla donazione iniziale.Oltre alle visiere, il team Genie ha trovato altri modi per aiutare ed ha infatti sviluppato un sistema per la produzione di mascherine utilizzando materiale fornito dall’ospedalee un processo di saldatura a caldo per creare cuciture e pieghe. “Trovare il materiale per creare le fasce che vanno dietro le orecchie è stata in realtà una vera e propria sfida a causa della grande richiesta”, spiega Roger Bowie, Terex Business Systems (TBS) Manager. “Ma il team ha trovato una soluzione, individuando un modo per usare materiale in pronta consegna per realizzare strisce di tessuto che potessero essere usate come lacci”.Inoltre, gli ingegneri Genie hanno utilizzato le possibilità distampa 3D per realizzare alcuni pezzi personalizzati, che hanno permesso di riparare erimettere rapidamente in servizio alcuni DPI indispensabili per l’ospedale. “Tutto il team Genie era desideroso di aiutare, quello di Overlake ci ha indicato la loro necessità più ingente e insieme abbiamo fatto accadere grandi cose”, ha detto Fearon. “Sono orgoglioso, ma non sorpreso, dall’iniziativa e dall’innovazione dei membri del nostro team. Hanno sentito parlare di una necessità indispensabile, e non hanno esitato a raccogliere la sfida – si sono concentrati sulla ricerca di soluzioni, e hanno agito rapidamente perché sapevano che era urgente.Il nostro team in Cina è prontamente intervenuto spedendo via aerea 1.000 maschere N95 in un momento in cui c’era una grave carenza di mascherine negli Stati Uniti. Questi sono tempi senza precedenti e superare le sfide che affrontiamo a livello locale e globale richiederà a tutti di fare ciò che si può per aiutare. Sono entusiasta che siamo riusciti in maniera significativa ad aiutare la nostra comunità locale e non potrei essere più orgoglioso di guidare questa squadra in tempi buoni e in tempi difficili”

Come guadagnare online con le piattaforme per desktop freelance

внештатно

Basta un computer e un software per iniziare ad offrire servizi online single-step su una delle tante piattaforme per freelance al desktop. Il pagamento? Anticipato. Il mercato? Mondiale. I compensi? Fino a un euro al secondo, se sai come fare.

C’è chi legge e registra testi, chi applica filtri fotografici, chi fa banner ecc. ecc. Tutte attività semplificate al massimo e rese automatiche da software già impostati. Tutte attività risolte in meno di un minuto e pagate fino a 1 euro al secondo. Ovvero, in teoria, 3.600 euro l’ora.

Il segreto? Il segreto si chiama single-step e significa offrire una sola sessione prestabilita, così come può essere l’applicazione di un filtro  o di un effetto fotografico su una foto fornita dal cliente (2-10 secondi per 5-10 euro).
Il segreto è far lavorare in automatico il software che serve, predisponendo tutti i settaggi, senza variazioni se non pagate con vari livelli di extra.
E’ in questo modo che si rendono remunerativi servizi entry level da 5-10 euro, risolti in 5-10 secondi. A tutto il resto pensano le piattaforme abilitanti come Fiverr e molte altre, che per una trattenuta media del 10% gestiscono domanda e offerta, standardizzando l’uno e l’altro.

Naturalmente c’è molto spazio per servizi più complessi, come scrittura, video, grafica ecc., e costi aggiuntivi per le urgenze, ma sono sempre servizi ben pre-definiti, senza gli imprevisti e le difficoltà dei contatti estemporanei. Insomma, c’è posto anche per i timidi, per chi non vuole i contatti diretti, ma i percorsi obbligati degli e-commerce, dal pagamento anticipato alle demo ecc.
Un tempo le vendite avvenivano negli uffici o nei negozi e spesso non c’era vendita senza stretta di mano. Oggi tutto è automatizzatile, scalabile, replicabile. La tecnica fa da padrona e il risultato arriva così come dev’essere.

Quanto ai clienti, sono realmente milioni quelli che sono disposti a pagare una cifra ragionevole (a partire da un allettante 5-10 euro), piuttosto che spendere tempo e soldi per imparare e fare da soli, con esiti incerti, se non pessimi.

Non resta che vedere cosa c’è già online su queste piattaforme e cosa fanno centinaia di migliaia di freelance, con idee a volte sorprendenti, per originalità, senza dimenticare la consulenza gratuita e disinteressata disponibile con l’iscrizione a FirstMaster.

1) Fiverr
Fiverr fornisce ai freelance una piattaforma che ha offerto milioni di servizi a clienti di tutto il mondo. Dalla grafica alle traduzioni in ogni lingua, dal montaggio audio e video alla programmazione spicciola, ai video di buon compleanno, su Fiverr trovi clienti da ogni parte del mondo con prezzi particolarmente allettanti. Come per le altre piattaforme simili, tutta la procedura di compra-vendita di servizi specialistici è formalizzata in modalità standard, pratiche e  ben collaudate. Di regola, chi può, offre servizi molto semplici per 5-20 dollari, per poi salire verso servizi più complessi, per centinaia di dollari. Il segreto è quello di offrire a basso costo servizi che richiedono pochi secondi al freelance, dato ha già predisposto il suo software. In questo modo si arriva a lavorare (anche da casa) con una media di 50-100 dollari l’ora e si attirano clienti che potranno chiedere servizi non standardizzati, di maggior valore.
Approfondisci su: – Fiverr Profit Secrets, by Nathan Berry. 60 p. (€ 0 – 0,99); 101 Fiverr Gigs  by Matthew Lucas. 41 p. (€ 0 – 2,99) 

2) Upwork  
E’ il colosso nato dalla fusione tra Elance e oDesk e oggi sfoggia numeri impressionanti: 10 milioni di persone che lavorano per 4 milioni di clienti registrati, guadagnando oltre un miliardo di dollari. Sono richieste qualcosa come 2700 differenti figure professionali, in 180 Paesi del mondo. Upwork è una piattaforma “generalista”, ossia rivolta un po’ a tutti: dai creativi ai programmatori, dai contabili ai web designer, dai copywriter agli esperti di marketing.

3) Freelancer.com
Fondata nel 2009, Freelancer.com è un’altra famosa piattaforma generalista con 30mila committenti. La registrazione alla piattaforma è a pagamento, oppure gratuita, ma con limiti al numero di progetti che si possono commissionare o eseguire.

4) Twago
Twago è la piattaforma leader in Europa. Segnala di avere oltre 78mila progetti pubblicati per un valore di quasi 415 milioni di euro. Sono molto richiesti i programmatori, i graphic designer ma anche i traduttori o gli esperti di marketing. La registrazione di base è gratuita ma a Twago si cede una percentuale sulle retribuzioni.

5) 99design
Grande piattaforma specializzata nel graphic design: loghi, siti, immagine coordinata, packaging, ecc. E’ presente con siti specifici in Italia, Spagna, Francia e Olanda.

6) Addlance
Addlance è la piattaforma più giovane ed è italiana. Gli ambiti previsti sono quelli tecnici (programmazione, sviluppo web, multimedia), oltre a design, business support, marketing e comunicazione.

Quali manuali per avere successo come freelance?

Diventare freelance significa conquistare la libertà di organizzare le proprie giornate. Significa poter dosare ore di attività e guadagni. Significa fare ciò che ami e amare ciò che fai.
Lavorare da freelance è il sogno di molti. Soprattutto per le attività che si possono svolgere online, anche stando a mille chilometri dai clienti, senza ore e soldi sprecati nel traffico, senza capi stressanti e straordinari non pagati.
Diventare freelance non è facile, ma ci sono manuali per evitare almeno gli errori più gravi. Pochi quelli in italiano, più numerosi quelli in inglese. Ecco una selezione dei migliori 10 manuali per freelance, disponibili on line, a partire da 99 centesimi (senza dimenticare la consulenza gratuita e disinteressata disponibile con l’iscrizione a FirstMaster).


1 – Professione Ghostwriter

Come costruirsi una redditizia attività da freelance trasformando la passione per la scrittura in un lavoro.
Di Maria Eleonora Pisu

In “Professione Ghostwriter” la Pisu riversa più di 15 anni di esperienze come Ghostwriter e spiega come costruirti una redditizia attività da freelance trasformando in un lavoro la passione per la scrittura. Più in dettaglio: 
– quali sono le caratteristiche per diventare un ghostwriter;
– quali sono le diverse tipologie di testi del ghostwriter;
– i diversi step per avviare la tua carriera da freelance;
– come crearti un portfolio convincente;
– cosa sono i marketplace e come guadagnare subito;
– come collaborare con un’agenzia di ghostwriting;
– come guadagnare “automaticamente” con ebook e affiliazioni;
– come costruirti una web reputation per trovare e fidelizzare i clienti;
– come utilizzare i social network per la tua reputazione sul web;
– come fare self marketing;
– come incrementare le visite al tuo sito con Seo e pubblicità;
– come fissare il tuo tariffario;
– come ampliare il tuo business per moltiplicare i guadagni;
– come gestire la tua situazione finanziaria da libero professionista.


2 – Freelance Writing Business

I segreti di un Ghostwriter professionista
di Richard G. Lowe Jr.

Il ghostwriting può rivelarsi uno dei lavori freelance più redditizi, nel campo della scrittura, quando è gestito propriamente. Questo manuale illustra i passaggi necessari per gestire con successo un progetto di ghostwriting, dai primi contatti con un potenziale cliente fino alla consegna del progetto completo.
Il manuale analizza in dettaglio le potenziali insidie, insieme a suggerimenti e soluzioni. Inoltre, spiega:
– come stabilire il prezzo di un progetto di ghostwriting;
– come iniziare questo lavoro;
– come gestire le riunioni con il cliente;
– come effettuare interviste e ricerche;
– perchè la comunicazione è particolarmente importante;
– come redigere uno “Stato Avanzamento dei Lavori” per tutelare te stesso e il tuo cliente;
– come gestire le revisioni;
– come consegnare il lavoro.


3 – Mi metto in proprio… nella comunicazione

Le cose fondamentali che devi sapere prima di avviare il tuo sogno da free-lance
Di Massimo Calvi 

Alternando consigli utili a gustosi aneddoti, il libro offre una panoramica chiara ed esauriente su tutte le tematiche legate all’impresa e al mondo della comunicazione, che passa dalla carta stampata al web.
L’autore, giornalista e coach, partendo dalla sua esperienza personale iniziata come free-lance nel 2000 e proseguita come imprenditore dal 2006, traccia un percorso “punto per punto” che, partendo dall’idea di aprire una propria attività nel campo della comunicazione, porta il lettore ad acquisire maggiore consapevolezza e utili informazioni per giungere all’obiettivo desiderato.
Nella prima parte del testo, scritta con un approccio da coach, l’autore si rivolge al lettore stimolandolo nella riflessione e a valutare la propria determinazione nell’affrontare un cambiamento di vita importante e molto impegnativo. Il testo prosegue attraverso alcuni passaggi chiave sull’apertura di un’attività. Si passa poi ad esaminare l’importanza di una buona immagine, le cose da sapere per trovare collaboratori e le migliori pratiche per essere credibili ed efficaci con i primi clienti.


4 – Ricette per un anno da freelance

Di Mariachiara Montera
Voler diventare freelance è il primo passo per provare a farlo: il secondo è sbagliare tutto, e capire che per lavorare in proprio occorre trovare una propria personale ricetta.
Chi sta per mettersi in proprio troverà tra le pagine di questo libro, raccontato con trasparenza, generosità e ironia, l’occorrente per farsi da soli uno starter kit:
– di cosa avete bisogno per lavorare da soli e non essere soli?
– Durante il primo anno, quali sono gli errori più comuni?
– Come fare un preventivo realistico?
– Come gestire l’ansia, combattere l’invidia e il malumore;
– Come essere nello stesso tempo account e creativi.


5 – Secrets of a Freelance Writer

How to Make 100,000 a Year or More

Di Robert W. Bly
“Secrets of a Freelance Writer” è probabilmente la guida più autorevole per guadagnare come scrittore freelance commerciale: annunci pubblicitari, relazioni annuali, brochure, cataloghi, newsletter, direct mail, pagine Web, Cd-Rom, comunicati stampa e altri progetti per aziende, piccole imprese, associazioni, organizzazioni senza scopo di lucro e altri clienti commerciali. 
Questo manuale spiega come iniziare, come promuoverti ai clienti, come creare un sito Web personale di successo per raccogliere più lead di vendita e come gestire la tua attività di giorno in giorno.


6 – How to Set Up a Freelance Writing Business

An Insider Guide to Setting Up and Running Your Own Copywriting Business

Di Jason Deign
Una guida per coloro che vogliono guadagnare con il copywriting, sia come carriera part-time che full-time. Permette di fare pratica con i copywriter e di scoprire come costruire ed estendere le attività in aree correlate. 
Jason Deign è stato un copywriter professionista di successo per oltre un decennio e ha lavorato con aziende blue-chip sia in Gran Bretagna che a livello internazionale.


7 – Pyjama Profit

The Millennial’s Guide to a Sustainable Freelance Career

Di Varun Mayya, Abhinav Chhikara
“Pajama Profit” è una guida per iniziare attività da freelance, online, sviluppando le competenze necessarie per avere successo. 
Il libro parla delle competenze online on-demand e dei diversi percorsi che si possono intraprendere per diventare esperti in questi campi. Gli autori raccontano la loro storia, ciò che ha funzionato per loro e come chiunque possa prosperare senza essere legato a un lavoro a tempo pieno. 
Questo manuale è una risposta alla crescente economia freelance e alle diffuse aspirazioni che i millennial hanno di trovare un lavoro gratificante, e non solo un lavoro che paghi i loro conti. 


8 – Starting Your Career as a Freelance Writer

Di Moira Allen
Questa è una guida passo-passo per avviare una carriera freelance di successo. Scritto per principianti ed esperti, a tempo pieno o part-time, Allen spiega tutto ciò che gli scrittori freelance devono sapere, incluso come creare un ufficio a casa, come sviluppare e lanciare idee, come avvicinare redattori e altri clienti.
Inoltre, spiega anche i modi in cui gli scrittori freelance possono sviluppare la loro carriera e come trarre vantaggio da altre opportunità aperte a chi padroneggia le tecniche di scrittura.


9 – Creative, Inc.

The Ultimate Guide to Running a Successful Freelance Business

Di Joy Deangdeelert Cho and Meg Mateo Ilasco
Questo libro insegna a fotografi, illustratori, grafici e animatori come costruire un’attività di successo facendo ciò che li appassiona. I due autori, professionisti freelance spiegano tutto, con un pizzico di umorismo e tanti consigli pratici.


10 – Start Your Own Photography Business

Studio, Freelance, Gallery, Events

Di Charlene Davis
Gli appassionati di fotografia possono trasformare un hobby in un’attività remunerativa con questi suggerimenti su come creare uno studio, creare un portfolio, scattare foto di qualità, acquistare le migliori attrezzature, trovare posti di lavoro a pagamento, fissare prezzi e altro ancora.  Copre sia le scelte professionali a tempo pieno che part-time e discute sul lavoro da casa o in studio.
Davis discute anche dei vantaggi di presentare lavori ai concorsi, partecipare a festival d’arte e mostrare lavori in gallerie d’arte. 

Come poter lavorare per famiglie di alto profilo che danno valore al Personale Domestico?

Come poter lavorare per famiglie di alto profilo che danno valore al Personale Domestico - Xerendipity Selezione Personale Domestico Referenziato, Tata, Colf, Maggiordomo, Governante

Vuoi lavorare per famiglie di alto livello ed avere un futuro nello Staff Domestico in residenze di lusso?

Sono sicuro che più volte hai desiderato lavorare per una famiglia di alto profilo, persone che sanno quale è il vero valore del personale domestico referenziato e con esperienza.

Ma tu ti sei mai chiesto come puoi lavorare per persone VIPfamiglie HNW e UHNW (famiglie con alto reddito e patrimonio)?

In questo post, voglio darti alcuni consigli su quelli che sono le prime regole importanti da seguire e considerare se vuoi entrare a lavorare come Staff Domestico in famiglie di alto profilo, lavorare nel settore del lusso.

Xerendipity Selezione Personale Domestico Referenziato è forse l‘agenzia di selezione per Domestici più importante ed affidabile per le famiglie di alto profilo non solo in EuropaXerendipity seleziona personale domestico per celebrità, top manager, imprenditori, sportivi, artisti, influencer e famiglie di altissimo livello in tutto il mondo.

Il modo migliore per trovare una posizione in famiglie di alto livello è registrarsi con informazioni accurate sul nostro Portale Web dei Candidati Domestici e seguire i nostri consigli.

Ricordati sempre che le famiglie di alto livellonon cercano MAI il Personale Domestico con annunci su siti o giornali; si affidano a Xerendipity per Selezionare i Migliori Domestici Referenziati e Qualificati perché sanno che i nostri recruiter scelgono solo il megliocontrollano ogni candidato e verificano personalmente le sue referenze e credenziali.

Ora voglio darti 3 consigli per iniziare con successo il percorso della selezione come Staff Domestico in famiglie di alto profilo; che tu sia una Collaboratrice Domestica, una Tata, una Baby Sitter, un Personal Chef, una Coppia di Domestici, un

Un Curriculum Presentabile e Valido

Iniziamo subito con il tuo CV

A te sembra che sia superfluo o inutile, ma la qualità del tuo profilo e quindi del tuo curriculum è molto importante.

Devi sempre tenere a mente che, per chi ancora non ti conosce, il tuo Curriculum  

Se posso darti un consiglio, senza sapere niente di te, dovresti personalizzare il tuo Curriculum tenendo sempre presente la posizione per cui ti stai candidando; dovresti scrivere il tuo Curriculum avendo sempre in mente ciò che la famiglia sta cercando e che puoi capire basandoti sulla descrizione dell’offerta di lavoro.

Il tuo

Inoltre, per ogni esperienza è molto importante menzionare tutti le tue mansioni e responsabilità che hai svolto per conto della famiglia.

Ecco un esempio di ciò che puoi scrivere per ogni esperienza:

Gennaio 2015 – Marzo 2020

Maggiordomo per famiglia di alto profilo in Londra.

Il mio incarico prevedeva la gestione del personale domestico, organizzazione turni e servizi.

Gestione fornitori e imprese manutenzione esterne.

Organizzazione eventi e viaggi della famiglia.

Londra, UK

Come lavorare per famiglie di alto profilo che danno valore al Personale Domestico - Xerendipity Selezione Personale Domestico Referenziato, Tata, Colf, BabySitter

Anche se non necessariamente vincolante, ma la durata delle tue esperienze lavorative

Questo lo aiuterà a fare una prima valutazione identificando il tuo profilo e se sei adatto per la famiglia per la quale ti sei candidato.

Nel caso in cui hai avuto

La cosa più importante è

Ricorda sempre…

Quindi ti consiglio di farti dare l’autorizzazione dai precedenti datori di lavoro per poter fornire il loro contatto ai nostri recruiter per la verifica del tuo profilo.

Molti candidati, ovviamente senza referenze, si nascondono dietro la frase: “per la privacy non posso fornire i nomi dei datori di lavoro”.

Sappi che è una enorme bufala.

Tutte le famigliese si sono trovate bene con tesaranno più che felici di aiutarti a trovare un altro lavoro!

Primo Colloquio Conoscitivo

Una volta inviato il tuo Curriculum, ovviamente scritto secondo quanto ti ho detto nel paragrafo precedente, se hai seguito tutti i consigli e il tuo profilo è in linea con le richieste della famiglia, allora i recruiter di Xerendipity ti contatteranno per fissare un primo colloquio conoscitivo.

Quando ti viene fissato un colloquio, sia con Xerendipity che con la famiglia cliente che ricerca la tua figura professionaleè fondamentale che tu sia preparato e vestito in modo adeguato

Questo anche se si tratta di un colloquio telefonico o in videocall con SkypeZoom, WhatsApp o FaceTime.

Devi sempre essere puntuale e pronto per il colloquio, è importante dimostrare che sei puntuale e organizzato, quindi arrivare 5-10 minuti prima dell’intervista sarà sempre apprezzato e giudicato bene.

Assicurati poi di avere tutti i documenti pronti perché ti saranno richiesti prima o dopo il colloquio.

Ricorda sempre che, durante l’intervista, la tua personalità sarà sempre valutata e questo consentirà al recruiter di Xerendipity di distinguere se tu corrispondi a ciò che la famiglia sta cercando; sii sempre cordiale, amichevoletrasparente ma mantieni sempre un atteggiamento professionale e rispettoso.

Rispondi a tutte le domande in modo chiaro, professionale e sempre in linea con la posizione lavorativa per la quale ti sei candidato; ricorda sempre che andrai a lavorare per famiglie di alto livello.

Sii sempre chiaro e preciso ma non prolisso nelle tue risposte.

Il recruiter di Xerendipity potrà quindi offrirti una settimana di prova così da poter dimostrare le tue abilità alla famiglia cliente.

L’importanza della discrezione

Quando ti viene offerto un posto di lavoro in una famiglia cliente VIP di Xerendipity Selezione Personale Domestico, è molto frequente che ti venga richiesto di dover firmare un accordo di non divulgazione e riservatezza (NDA).

Questo significa che non ti è permesso di menzionare alcuna informazione ai tuoi amiciconoscentiparentifamiliari e in genere a nessuno al di fuori della famiglia per la quale lavori.

Questo include anche, sopratutto, che non puoi pubblicare nulla correlato alla residenza, ai viaggi, o alla famiglia per cui lavori sui social media

Essere discreti e affidabili è fondamentale quando ti viene offerto un lavoro per in famiglie di alto profilo.

Questi sono i principali tre consigli  di Xerendipity da considerare quando ti canditi ad una posizione aperta da famiglie di alto livello.

Devi considerare che, quando ti candidati con Xerendipity per famiglie di alto profilo nostre clienti, i nostri recruiter svolgeranno anche verifiche sui social network per verificare se in passato hai pubblicato fotopost, etc. riguardanti i tuoi datori di lavoro.

Nel caso trovassero qualcosa, allora saresti IMMEDIATAMENTE SCARTATO!

Le 3 tendenze tecnologiche da tenere ;occhio nel 2020

Mentre facciamo il nostro ingresso in un nuovo decennio, la tecnologia continua ad accelerare, basta pensare ai progressi delle missioni nello spazio, all’informatica quantistica e all’aumento della proliferazione del software nella nostra vita quotidiana. Sebbene molti di questi progressi non avranno un impatto diretto sulle nostre vite personali, senza dubbio alcune implementazioni tecnologiche cambieranno il nostro modo di lavorare. Come parte della trasformazione digitale, le innovazioni in tema di automazione, intelligenza artificiale e machine learning sono destinate infatti a rivoluzionare le nostre vite tanto quanto lo fece, ai suoi tempi, l’introduzione di Internet. Da sempre Canon si propone di indagare e anticipare i grandi cambiamenti di mercato, offrendo tecnologie che possano rispondere alle esigenze delle aziende e traghettarle verso il futuro del loro business. Il 2020 sembra essere l’anno in cui queste tecnologie apporteranno, all’interno del luogo di lavoro, cambiamenti significativi.

Automazione: sempre più economica, sempre più necessaria

In appena un decennio, l’automazione è passata dall’essere un concetto vago a diventare una realtà inarrestabile: ci si aspetta che intere organizzazioni beneficino di una strategia di automazione ben ponderata.

Con la riduzione del costo di automazione dei processi, si apre un’opportunità interessante per le aziende che desiderano automatizzare rapidamente parti delle loro modalità di gestione e produzione. Ma la sfida per molte organizzazioni sarà capire da dove iniziare. In primo luogo, l’automazione dovrebbe mirare a sollevare i dipendenti da attività ripetitive, liberando risorse che potranno dedicarsi ad attività “core” per il business, favorendo così la produttività e la soddisfazione.

Ad esempio, l’automazione consentirà al dipartimento Marketing di concentrarsi maggiormente sulla soddisfazione del cliente e sulla semplificazione del monitoraggio dei risultati. Per le risorse umane, l’adozione di processi di automazione intelligente (che include l’intelligenza artificiale) contribuirà a fornire servizi operativi più efficienti. Nell’ambito del dipartimento Finance, specifiche tendenze e sviluppi nell’automazione dei processi robotici, il cognitive computing e l’Internet of Things (IoT) potrebbero migliorare la sicurezza e ridurre gli errori amministrativi.

Intelligenza artificiale – da “cosa” a “come”

Strettamente connessa all’automazione è l’intelligenza artificiale che è sempre più al centro dell’attenzione di molte aziende. Nel 2020 la domanda non sarà più se adottare l’intelligenza artificiale ma come farlo e nel miglior modo possibile.

Nessuna sostituzione del lavoro umano, sia chiaro: l’intelligenza artificiale  va a sostegno delle attività svolte dall’uomo. Ma a far la differenza è la sua capacità di fornire approfondimenti accurati e guidati dai dati in real time, accelerando i processi decisionali per i dipendenti.

Nel 2020 l’approccio all’IA maturerà: sempre più le aziende ricorreranno all’intelligenza artificiale per migliorare i processi semplici come la gestione del flusso di lavoro documentale, al fine di ridurre al minimo gli errori umani, risparmiare tempo e migliorare l’archiviazione accrescendo la sicurezza dei dati. Si pensi a una grande impresa che lavora con migliaia di documenti, ognuno con diversi livelli di sicurezza e gestiti da diversi dipartimenti aziendali. Utilizzare tutti questi documenti e farlo in modo sicuro diventa un compito tempestivo e, se mal gestito, un potenziale rischio per la sicurezza. Le organizzazioni implementano una semplice soluzione di acquisizione documentale basata sull’intelligenza artificiale e dispongono dunque di una soluzione in grado di riconoscere e classificare ciascun documento e indirizzarlo alla persona giusta nell’azienda. Bisogna riconoscere che il valore dell’intelligenza artificiale è eccezionale in questo caso.

Analisi dei dati

Con la sempre maggiore diffusione del cloud, dell’IoT e dei big data, la mole di dati a disposizione delle aziende è destinata a crescere in modo esponenziale. Ecco che sarà necessario sempre di più ricorrere a strumenti di analisi che utilizzano il machine learning in misura molto maggiore di quelli attualmente implementati per convertire i dati in informazioni di valore.

Non è infatti una novità che stiamo creando dati a un ritmo senza precedenti, ma non altrettanti contenuti, è difficile tenere traccia di ciò che è esattamente archiviato sui server di un’azienda. E’ per questo che l’analisi dei contenuti è destinata a diventare una pratica standard nella maggior parte delle organizzazioni, con lo scopo di fornire maggiore visibilità su quantità, tipologia ed utilizzo del contenuto generato.

L’obiettivo dell’analisi del contenuto attraverso il machine learning è ottenere informazioni utili a partire dalle tendenze dei dati strutturati o non strutturati di un’azienda in relazione al processo decisionale, così da aiutare le organizzazioni a migliorare la gestione del ciclo di vita delle informazioni. Inoltre, questo tipo di valutazione dei dati sarà anche fondamentale per garantire il rispetto del GDPR e le normative di conformità: ciò diventerà una priorità per le aziende, in particolar modo sulla scia delle strabilianti multe inflitte ad alcune grandi imprese nel 2019.

Attorno a queste tecnologie chiave ci sarà molto clamore, e il 2020 sarà l’anno in cui vedremo le aziende farne un uso pratico, implementandole in modo tale da ottenere un valore reale. Come avviene con qualsiasi nuova tecnologia, la sicurezza sarà una delle principali tematiche affrontate dalle aziende in vista di tale implementazione, in particolare all’interno dei sistemi che gestiranno i dati sensibili.